Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Debora Ferron

Il profumo

immagine copertina
Patrick Süskind
Il profumo
Tradotto da Giovanna Agabio
Longanesi 2006
10 righe da pagina 101:

Grenouille era affascinato da questo processo. Se mai qualcosa nella vita aveva suscitato entusiasmo in lui - certo non un entusiasmo visibile dall'esterno, bensì nascosto, come se ardesse a fiamma fredda -, era proprio questo procedimento, di carpire alle cose la loro anima odorosa con il fuoco, l'acqua, il vapore e un'aparecchiatura inventata. Quest'anima odorosa, l'olio essenziale, era appunto la parte migliore delle cose, l'unica che destasse il suo interesse.

inviato il 25/09/2015
Nei segnalibri di:

La principessa di ghiaccio

immagine copertina
Camilla Läckberg
La principessa di ghiaccio
Tradotto da Laura Cangemi
Marsilio Editori 2012
10 righe da pagina 353:

Nei mesi caldi il paesino somigliava più che altro a un formicaio in cui le attività non cessavano mai. Adesso era immerso nella quiete più totale, dava quasi l'impressione di dormire. Anche se Erica sapeva che era una calma apparente. Sotto la superficie i lati più oscuri dell'animo umano lavoravano anche lì come in qualsiasi altro luogo abitato. A Stoccolma il loro lavorio era palpabile, ma Erica era convinta che in una piccola comunità come quella fosse anche più pericoloso. Odio, invidia, avidità, vendetta... ogni sentimento veniva nascosto sotto un grande coperchio imposto dalla domanda "cosa dirà la gente?" Tutto il male, la meschinità e la cattiveria avevano modo di fermentare sotto una superficie che doveva essere costantemente tirata a lucido. Lì in piedi sulle rocce di Badholmen, osservando la piccola comunità coperta di neve Erica si chiese in silenzio quali segreti nascondesse. Rabbrividì, ficcò le mani in profondità nelle tasche e si diresse verso il centro.

inviato il 10/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Debora, ci posti 10 righe di qualche libro che hai letto quest'ultimo anno? :)

La strada verso casa

immagine copertina
Fabio Volo
La strada verso casa
Arnoldo Mondadore Editore 2013
10 righe da pagina 54:

Il dolore che stava consegnando al marito, ai genitori e soprattutto ai figli l'angosciava. Aveva la consapevolezza di aver alterato il loro futuro e compromesso la loro autenticità. Un figlio non dovrebbe mai smettere di poter dire "mamma".

inviato il 14/05/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Adoro Fabio Volo

La strada verso casa

immagine copertina
Fabio Volo
La strada verso casa
Arnoldo Mondadori Editore 2013
10 righe da pagina 47:

Sono le notti in cui ti senti così vicino che nessuna distanza ti separa dalla persona al tuo fianco. Si è complici in tutto. Le notti in cui la bellezza dilata il tempo, in cui il presente è così perfetto e lo si indossa così bene che si cominciano a fare promesse, giuramenti, patti, perchè quella bellezza fa sentire dentro di sè una spinta verso il futuro.

inviato il 17/04/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Adoro Fabio Volo, il mio preferito è Un posto nel mondo.

Il giudizio sull'architettura

immagine copertina
Robert Byron
Il giudizio sull'architettura
Tradotto da Renzo Dubbini e Angelo Maggi
Umberto Allemandi & C. 2006
10 righe da pagina 50:

L'influenza del paesaggio naturale si percepisce, come è stato già detto, in tutte le arti. E' maggiore, ovviamente, nelle arti visive. E da un rilevante punto di vista l'architettura rappresenta un caso particolare rispetto a queste arti. Ciò riguarda il suo rapporto con la luce. L'effetto artistico di ogni edificio può essere analizzato considerando gli effetti della luce sul materiale e il simultaneo disegno delle ombre. [...] La forma e il materiale dell'architettura devono sempre essere giudicati in relazione ai problemi della luce, che sono destinati a prevalere. [...]
Sotto un altro aspetto l'architettura è la più importante delle arti visive; per il fatto che i suoi effetti e le sue proprietà devono essere giudicati non solo in relazione alle caratteristiche generali del paese al quale appartiene, ma anche per le particolari condizioni dei luoghi in cui è collocata.

inviato il 08/04/2014
Nei segnalibri di:

Ragione e sentimento

immagine copertina
Jane Austen
Ragione e sentimento
Tradotto da Monica Luciano
Classici Oscar Mondadori 2012
10 righe da pagina 112:

"Sono convinto" disse Edward "che godiate genuinamente tutto il piacere di una bella veduta che dichiarate. Ma, a fronte di questo, vostra sorella deve concedermi di non provare più di quello che dico io. Mi piace una bella vista, ma non in base ai principi del pittoresco. Non mi piacciono gli alberi contorti, ritorti, piegati. Li ammiro molto di più se sono alti, dritti e ricchi di foglie. Non mi piacciono i cottage in rovina e pericolanti. Non amo appassionatamente le ortiche, i cardi o i boccioli di erica. Trovo più piacere in una comoda fattoria che in una torre diroccata, e una schiera di contadini lindi e allegri mi aggrada di più dei più affascinanti banditi del mondo."

inviato il 01/04/2014
Nei segnalibri di:

Walkscapes. Camminare come pratica estetica

immagine copertina
Francesco Careri
Walkscapes. Camminare come pratica estetica
Giulio Einaudi editore 2006
10 righe da pagina 108:

A Line Made by Walking produce una sensazione di infinito, è un lungo segmento che si arresta agli alberi che chiudono il campo visuale, ma che potrebbe continuare a percorrere tutto il pianeta. L'immagine dell'erba calpestata contiene in sè la presenza dell'assenza: assenza dell'azione, assenza del corpo, assenza dell'oggetto. Ma d'altra parte è inequivocabilmente il risultato dell'azione di un corpo ed è un oggetto, un qualcosa che si situa tra la scultura, una performance e un'architettura del paesaggio.

inviato il 25/03/2014
Nei segnalibri di:

Il grande Gatsby

immagine copertina
F. Scott Fitzgerald
Il grande Gatsby
Tradotto da Fernanda Pivano
Arnoldo Mondadori Editore 2013
10 righe da pagina 122:

Il cuore gli batteva sempre più in fretta mentre il viso bianco di Daisy si accostava al suo. Sapeva che baciando quella ragazza, incatenando per sempre le proprie visioni inesprimibili all'alito perituro di lei, la sua mente non avrebbe più spaziato come la mente di Dio. Così aspettò, ascoltando ancora un momento il diapason battuto su una stella. Poi la baciò. Sotto il tocco delle sue labbra Daisy sbocciò per lui come un fiore, e l'incarnazione fu completa.

inviato il 20/03/2014
Nei segnalibri di:

La casa degli spiriti

immagine copertina
Isabel Allende
La casa degli spiriti
Tradotto da Angelo Morino e Sonia Piloto di Castri
Universale Economica Feltrinelli 2010
10 righe da pagina 89:

Si rendeva conto che Clara non gli apparteneva e che se lei avesse continuato ad abitare in un mondo di apparizioni, di tavolini a tre gambe che si muovono da soli e di carte che scrutano il futuro, la cosa più probabile era che non le sarebbe mai appartenuta. Non gli bastava neppure la spregiudicata e impudica sensualità di Clara. Desiderava molto più del suo corpo, voleva appropriarsi di quella materia imprecisa e luminosa che c'era nel suo intimo e che gli sfuggiva anche nei momenti in cui sembrava agonizzare di piacere.

inviato il 17/03/2014
Nei segnalibri di:

LEIELUI

immagine copertina
Andrea De Carlo
LEIELUI
Bompiani Vintage 2011
10 righe da pagina 437:

Per l'eccesso di slancio combinato perdono l'equilibrio, incespicano, cadono sulla roccia. Ridono di nuovo, faticano a svincolarsi, si guardano negli occhi, tremano per il contatto, per il contrasto di temperature. L'intera situazione adesso è semplice nel modo più sorprendente: come se tutti e due avessero abbandonato i loro pensieri complicati sulle pietre infuocate insieme ai loro vestiti fradici di sudore, per trovarsi all'improvviso liberi e leggeri, in preda alle pure sensazioni dei loro corpi nudi esposti all'acqua e all'aria e al sole.

inviato il 11/03/2014
Nei segnalibri di:

Il silenzio dell'onda

immagine copertina
Gianrico Carofiglio
Il silenzio dell'onda
BUR Rizzoli 2014
10 righe da pagina 61:

Il dottore glielo aveva detto spesso. Non bisogna lasciarsi intrappolare dai pensieri e dai ricordi. Quando arrivano bisogna osservarli con distacco e lasciarli scivolare via. I pensieri restano con noi solo se li tratteniamo, diceva. [...] Una bella storia, pensava Roberto. Suggestiva e perfetta. In teoria. In pratica come si fa a lasciarli andare via, i pensieri, quando quelli sono piantati nella tua testa come chiodi, che più cerchi di tirarli fuori e più ti lacerano l'anima?

inviato il 22/09/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Francesca :-)

Mi scuso per il mio imperdonabile errore, ma non son sicura di aver ricevuto la notifica sulla mia mail di questo messaggio. Se sono ancora in tempo, queste sono le righe da me scelte nella settimana dal 28 al 30 settembre: http://scrivi.10righedailibri.it/la-strada-giusta.

Scusate!!! sono ancora in tempo?

Francesca puoi comunicarci il libro per favore? :-)

Ciao Francesca, sei nella finale settimanale di settembre, ricordati di scegliere le tue 10 righe partendo da oggi 28 Settembre a mercoledi 30 settembre, riportando il link del libro scelto. Grazie :-)

Il quadro mai dipinto

immagine copertina
Massimo Bisotti
Il quadro mai dipinto
Mondadori 2014
10 righe da pagina 60:

D'improvviso, alzando lo sguardo, vide il volto di una donna, l'inaspettato che aspettava prese forma e contorni.
La donna lo fissò, si guardarono negli occhi a lungo, immobili a un metro di distanza, forse due. Lei era bella di quell'autentica bellezza che sa ancora riservarti una sorpresa, quella bellezza che è davvero tale perché non sa di esserlo. Selvatica, come gli spiriti indomabili con cui puoi attraversare l'anima del mondo ma che non puoi afferrare mai. Onesta, come la sensibilità segreta dei fiori, e buffa, con le sue stranezze perfette che sanno ispirare sorrisi precisi di benedizione inaspettata. Fresca, come le ore del giorno, e tenera, come la notte, piena come la luna a cascarti le braccia, come un pensiero improvviso mentre stai facendo altro. Ed è in tutti quei momenti che puoi intuire cosa sia una mina per la mente, in grado di far saltare i tuoi piani di felicità altrove.

inviato il 07/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Dovere :)

Grazie Elena :)

Grazie mille, sarà fatto.

Ciao Elena con le tue dieci righe sei in finale... Complimenti!!! Ricordati di scegliere le tue dieci righe preferite da oggi a domenica 20 Luglio. Buone Letture!!! :)

in cui ti accorgi l'ho scritto due volte

Anche io Bisotti dipendente :D

I momenti in cui ti accorgi in cui ti accorgi che a tutto il resto potresti rinunciare, mentre lei la vorresti sempre con te, che saresti pronto a farti un po' addomesticare, magari non troppo ma abbastanza da capire finalmente che, se hai paura di amare qualcuno, è proprio con quel qualcuno che devi stare.

L'Ombra del Vento

immagine copertina
Carlos Ruiz Zafón
L'Ombra del Vento
Tradotto da Lia Sezzi
Mondadori 2014
10 righe da pagina 15:

Isaac ci invitò a entrare con un lieve cenno del capo. Dall'atrio, immerso in una penombra azzurrina, si intravedevano uno scalone di marmo e un corridoio affrescato con figure di angeli e di creature fantastiche. Seguimmo il guardiano fino a un ampio salone circolare sovrastato da una cupola da cui scendevano lame di luce. Era un tempio tenebroso, un labirinto di ballatoi con scaffali altissimi zeppi di libri, un enorme alveare percorso da tunnel, scalinate, piattaforme e impalcature: una gigantesca biblioteca dalla geometria impossibile. Guardai mio padre a bocca aperta e lui mi sorrise ammiccando.
"Benvenuto nel Cimitero dei Libri Dimenticati, Daniel."

inviato il 07/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Giovanni sei in finale, Rachele Farina ha scelto le tue dieci righe. Complimenti! :D

Grazie :)

Concordo con te e grazie.

Gent.mo Giovanni Pisciottano, ho proposto le tue dieci righe per il libro incentivo a causa della presenza di un profondo sentimento nei confronti dei libri, oltre a molte altre tematiche che si intrecciano. Questo è il sentimento che dovremmo avere noi tutti: non solo amare la lettura, ma diffonderla, suscitare vero interesse nei confronti di questi amici, i libri, che possiamo scegliere e coltivare. I libri, come avviene nella vita, sono degli amici che si possono scegliere!
Questo è il sentimento che dovremmo avere noi tutti: non solo amare la lettura,

Bellissimo, l'ho letto! Parla solo di libri.

I dolori del giovane Werther

immagine copertina
Johann Wolfang Goethe
I dolori del giovane Werther
Tradotto da Angelo G. Sabatini e Anna Maria Pozzan
Newton Compton 2013
10 righe da pagina 41:

13 luglio

No, non m'inganno; nei tuoi occhi neri leggo un serio interesse per la mia persona. Lo sento, e mi fido del mio cuore...sento che lei...devo in queste parole esprimere tutta la mia paradisiaca felicità? Sento che lei mi ama!
Mi ama...Come sono divenuto caro a me stesso! Con te posso esprimermi perché mi puoi capire; quanto mi adoro da quando lei mi ama!
E' presunzione questa? O è invece la coscienza dei veraci sentimenti che ci legano. Non conosco l'uomo del quale temere l'influenza sull'animo di Carlotta. Eppure quando parla del suo fidanzato, con tanta simpatia e con tanto affetto, mi sento come un uomo che ha perduto i suoi onori e le sue dignità, a cui si tolga la spada.

inviato il 08/07/2014
Nei segnalibri di:

Il Trono di Spade - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

immagine copertina
George R.R. Martin
Il Trono di Spade - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco
Tradotto da Sergio Altieri
Oscar Mondadori 2013
10 righe da pagina 22:

Nelle vene degli Stark scorre il sangue dei Primi Uomini. E noi Stark crediamo ancora che chi pronuncia la sentenza debba essere anche colui che cala la spada. L'uomo che toglie la vita a un altro uomo ha il dovere di guardarlo negli occhi e di ascoltare le sue ultime parole. Se il giustiziere non riesce ad affrontare questo, allora forse il condannato non merita la morte. Un giorno, Bran, tu sarai l'alfiere di Robb. Avrai un tuo castello che comanderai nel nome di tuo fratello e del tuo re e avrai su di te anche il fardello della giustizia, dal quale non dovrai trarre alcun godimento, ma al quale non dovrai neppure sottrarti. Un sovrano che si nasconde dietro un boia fa in fretta a dimenticare che cos'è la morte.

inviato il 08/07/2014
Nei segnalibri di:

Think twice

immagine copertina
Lisa Scottoline
Think twice
pan books 2010
10 righe da pagina 46:

Judy asked, "Meanwhile, do you believe in evil, anyway?"
"Of course," Mary answered. "Evil exists in the world. Look at serial killers."
Anthony nodded. "And history. Hitler, Stalin, Pol Pot."
Judy scoffed. "But that's people. Evil resides in people. Anyone, given the right circumstances, is capable of evil. Evil is within us. That's what's so scary about it."
Mary turned around. "You really think that? You're capable of evil?"
"Yes. I'm human, and part of being human is evil, or at least the potential for it. Why, what do you think Mare?"
All of them fell suddenly silent, and Mary sensed they were waiting for her answer. The car came to rest at a stoplight, bathing them in blood-red.
"I hope you're wrong," she said, in the dark light.

inviato il 15/05/2014
Nei segnalibri di:

Anna Karenina

immagine copertina
Lev Tolstòj
Anna Karenina
Tradotto da Ossip Felyne
Mondadori 2000
10 righe da pagina 348:

Al momento in cui la visione stava per scomparire, gli occhi pieni d'una espressione candida si posarono sul giovane. Ella lo riconobbe, e uno stupore gioioso si dipinse sul suo volto.
No, egli non poteva sbagliarsi. Quegli occhi erano unici al mondo. Esisteva una sola creatura capace di racchiudere in sé tutta la luce, tutto il senso della vita. Era lei. Era Kitty. [...]
"No" si disse allora. "pur riconoscendo che una vita di semplicità e di lavoro sarebbe bella, non posso più ritornare a quel mio sogno. E' lei che amo!"

inviato il 12/05/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

ok

Giusto Elena, devi aspettare fine mese. :)

Grazi a voi, ora me lo metto come promemoria. Quindi devo aspettare fine mese se ho vinto il libro incentivo giusto? Adesso l'email non la devo mandare (con il nuovo regolamento)?

Ciao Elena, con le tue 10 righe sei la seconda finalista nel mese di Maggio per il Libro Incentivo...
Lunedì prossimo ricorda di scegliere le 10righe che preferisci tra quelle postate da oggi a domenica 25 Maggio. Grazie :D

Quando dal cielo cadevano le stelle

immagine copertina
Sofia Domino
Quando dal cielo cadevano le stelle
lulu.com 2014
10 righe da pagina 46:

Lia era certa di una cosa: la vita era meravigliosa.
Mussolini non poteva cambiare questa verità, neanche Hitler, i nazisti e le leggi antisemite potevano farlo. Nessuno poteva negare che la vita era meravigliosa,
e nessuno avrebbe mai potuto privare Lia di quei pensieri.
La sua forza era sorprendente, così come il suo coraggio; se avesse cominciato a credere che la vita era spiacevole, allora avrebbe fatto vincere i suoi nemici.
E lei non voleva farlo.
Le situazioni che la circondavano erano spregevoli e la quotidianità trascorsa in quella cantina era faticosa, ma la vita non aveva niente a che vedere con tutto quello. L'amore era la vita, i sorrisi lo erano, la positività, la forza interiore,
il voler credere e sperare lo erano.
Il cielo era la vita, l'azzurro che incontrava il celeste del mare,
e le stelle che ogni notte brillavano e la luna piena che ogni tanto appariva nel cielo
per rassicurare chiunque. Quella era la vita e molto di più.

inviato il 13/05/2014
Nei segnalibri di:

Esco a fare due passi

immagine copertina
Fabio Volo
Esco a fare due passi
Tradotto da Fabio Volo
Classici Moderni Oscar Mondadori 2010
10 righe da pagina 174:

Ho il sospetto che la vita non sia solo un andare, ma soprattutto un tornare. Che non sia solo un mettere, ma soprattutto un togliere.

inviato il 14/04/2014
Nei segnalibri di:

La profezia di Celestino

immagine copertina
James Redfield
La profezia di Celestino
Tradotto da Alessandra De Vizzi
Corbaccio 1996
10 righe da pagina 78:

"Io mi occupo di conflitti, esamino le cause del comportamento violento degli uomini. Abbiamo sempre saputo che questa violenza deriva dal bisogno degli uomini di controllare e dominare gli altri, ma solo recentemente abbiamo studiato questo fenomeno dall'interno, considerandolo dal punto di vista della coscienza individuale. Ci siamo chiesti quale sia il meccanismo interno di un essere umano all'origine del suo desiderio di esercitare controllo sul prossimo. E abbiamo scoperto anche quando un individuo si rivolge a un altro avviando una conversazione, cosa che avviene milioni di volte al giorno nel mondo, possono esserci solo due risultati: gli interlocutori si allontaneranno sentendosi deboli e forti, a seconda di cosa è avvenuto durante il contatto."
Gli lanciai un'occhiata ancora più stupita, e lui sembrò leggermente imbarazzato per essersi lanciato in una lunga dissertazione sull'argomento. Dovetti pregarlo di continuare.

inviato il 15/04/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

"Per questo motivo", riprese, "noi uomini sembriamo assumere sempre un atteggiamento manipolatore. Quali che siano i particolari della situazione o l'argomento in oggetto, noi ci prepariamo a dire ciò che è necessario al fine di avere il sopravvento nella conversazione. Ognuno di noi cerca di acquisire il controllo e di avere così il dominio della conversazione. Se abbiamo successo imponendo il nostro punto di vista riceviamo una grossa carica psicologica...

L'ultimo giorno

L'ultimo giorno 6 years 9 settimane fa

Grazie!!!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy