Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di colangelo.michele

Il posto che cercavo

immagine copertina
Nicholas Sparks
Il posto che cercavo
Tradotto da Petrelli A.
Sperling paperback 2005
10 righe da pagina 23:

Jeremy avrebbe voluto scrivere un articolo per confutare la tesi, che a suo parere trascurava alcuni aspetti fondamentali. sapeva che la bellezza esteriore poteva attrarre l'attenzione immediata - lui stesso non era immune al fascino di una top model - ma aveva sempre ritenuto che l'intelligenza e la passione fossero gli elementi che alla lunga esercitavano una maggiore influenza. Erano caratteristiche difficili da percepire a prima vista, e la bellezza non vi giocava alcun ruolo. L'avvenenza fisica poteva prevalere sulle altre qualità a breve termine, ma nel medio e lungo periodo erano le norme e i valori culturali - soprattutto quelli assorbiti dalla famiglia - a rendere una persona più o meno attraente ai nostri occhi.

inviato il 17/07/2013
Nei segnalibri di:

survivor

immagine copertina
Chuck Palahniuk
survivor
Tradotto da Michele Monina e Giovanna Capogrossi
O. Mondadori 1999
10 righe da pagina 150:

Verso il centocinquesimo piano, non puoi credere di essere schiavo di questo corpo, questo bambinone. Devi dargli da mangiare e metterlo a letto e portarlo al bagno. Non puoi credere che non siano riusciti a inventare niente di meglio. Qualcoso di meno bisognoso di cure. Non così deteriorabile.
Realizzi che la gente fa uso di droghe perchè è l'unica vera avventura intima che le rimane nel suo mondo fatto di vincoli temporali, leggi, ordini, e limiti dati dala materia.
É soltanto con le droghe o con la morte che vediamo qualcosa di nuovo, e la morte è un po' troppo definitiva.

inviato il 07/07/2013
Nei segnalibri di:

compagno di sbronze

immagine copertina
Charles Bukowski
compagno di sbronze
Tradotto da C. A. Corsi
I Classici Universale Economica Feltrinelli 2003
10 righe da pagina 41:

la mattina dopo quando mi sveglio scendo a pisciare, esco dalla mia pisciata, e li trovo tutti e due addormentati su quel divano stretto appena sufficiente per un corpo solo e le loro facce sono unite e addormentate e i loro corpi sono uniti e addormentati, perchè dovrei fare il sentimentale???? sento soltanto quel piccolo nodo in gola, il blues della dolcezza a trasmissione automatica, che qualcuno ha, che loro non mi odiano nemmeno... che loro arrivano perfino ad augurarsi per me che cosa?
vado fuori prosciugato e addolorato e emozionato e disgustato e triste e Bukowski...

inviato il 20/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

pubblicaziojne: 2003 Traduttore: Corsi C.A.

Michele, anno di edizione e nome del traduttore? :)

L'ultima lacrima

immagine copertina
Stefano Benni
L'ultima lacrima
Feltrinelli
10 righe da pagina 12:

La pubblicità è finita. Appare sullo schermo il volto compunto dello speaker.
- Cari telespettatori, siamo collegati in diretta con il carcere di San Vittore per la ripresa della prima procedura giudiziaria terminale del nostro paese. È un’occasione forse triste per alcuni, ma assai importante per la nostra crescita democratica. In questo momento vedete il condannato Augusto Minardi, seduto in quella che si può definire l'anticamera della sala terminale. Qui gli verrà fatta un'iniezione calmante, prima della procedura.
- Oddio - dice la Lea.
- Cosa c'è?
- Augusto ha una paura matta delle punture...

inviato il 04/05/2013
Nei segnalibri di:

Anatra all'arancia meccanica

immagine copertina
Wu Ming
Anatra all'arancia meccanica
Einaudi Stile Libero

Il vecchio papero piange e geme. Ho stretto il bavaglio su quel becco bavoso con tutta la mia forza. Ho progetti per te, vecchio.
Se la rivoluzione riuscirà, sarai condannato a quello che più temi.
Niente metri cubi di denaro.
Non ci sarà più, il denaro.
E tu vivrai come tutti gli altri.
E i tuoi scatti d’ira, la tua lunga consuetudine con il potere assoluto non varranno nulla.
Un mondo di paperi uguali, liberi e felici.
Felici. Da quando ho indicato ad Anatroga cosa si nasconde sotto il piumaggio candido tra le zampe, lo sento gemere ogni tanto: «la figa…» Poveretto. Poveri tutti noi!
Nessuno ad Anatropoli ha mai fatto sesso. Ma ci rifaremo

inviato il 30/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Michele, la mail con il tuo indirizzo per la spedizione del libro e le informazioni mancanti deve essere inviata alla redazione entro una settimana da oggi!
Marta, staff 10 righe dai libri.

Ciao Michele.
Le tue sono le 10 righe scelte dalla redazione questa settimana; ti aggiudichi un libro incentivo.
Invia il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it e comunicaci anche le informazioni che mancano alle tue 10 righe: anno di pubblicazione, traduzione e riferimento delle pagine.
Marta, staff 10 righe dai libri.

L'ultima lacrima

immagine copertina
Stefano Benni
L'ultima lacrima
Feltrinelli
10 righe da pagina 85:

Fin dal primo istante ha cercato di capire chi ero io, quali erano le mie abitudini, ha cercato di piacermi, di adattarsi a me. Non è un rimprovero questo, so che non si tratta di volgare ruffianeria, i modi degli adulatori sono ben più rozzi dei suoi. Il suo agitarsi è legato… a una dannazione, a un qualcosa che si porta dentro fin dalla nascita… potremmo chiamarlo, mi scusi il termine, un istinto di pecoraggine.

inviato il 30/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie...

Benvenuto Michele :)

La Frontiera Scomparsa

immagine copertina
Luis Sepúlveda
La Frontiera Scomparsa
Tradotto da ILIDE CARMIGNANI
CASA EDITRICE TEA 2007
10 righe da pagina 77:

L'alba arrivò senza preavviso, come se una mano potente avesse lacerato con violenza le cortine d'ombra, e dalla finestra entrò una fiumana di luce che feriva ler pupille. Guardai l'orologio: erano le sei del mattino. L'ora giusta per andare alla frontiera. Dopo pochi passi mi trovai davanti la curiosa costruzione che avevo visto il giorno precedente: un ponte di ferro. A un estremo, una casamatta ornata con i colori della bandiera argentina. All'altro estremo, una seconda casamatta con i colori della bandiera boliviana. Sotto il ponte non passava alcun fiume. Poco dopo le sette del mattino delle guardie argentine ancora insonnolite aprirono la frontiera.

inviato il 18/07/2013
Nei segnalibri di:

Winter Love

immagine copertina
Kay Rush
Winter Love
Tradotto da Giulio Lupieri
Sonzogno 2010
10 righe da pagina 149:

Sanu si voltò di scatto, asciugandosi le mani con uno strofinaccio.
“Come è possibile che tu non conosca il suo cognome e non sappia dove abita? Come è possibile che tu non sappia niente di lui?”
Kora esitò un istante, poi rispose: “Bè, non è poi così strano. Conoscevo le cose più importanti di lui. Conoscevo il suo cuore, e ogni volta che lo guardavo negli occhi vedevo un riflesso di me stessa, una percezione di me che non avevo mai avuto prima, la Kora che avrei voluto essere.
Mi piaceva come mi vedeva. Mi vedeva come penso di essere realmente.
E quando mi toccava, toccava tutte le fibre del mio essere. Quando diceva
che mi amava, sapevo che lo diceva sul serio, e sapevo che mi amava per come sono. Non mi sentirò mai in sintonia con qualcuno come mi sono sentita con lui. Sapevo che era mio e che io ero sua. Ero sicura che avremmo avuto tutta la vita per conoscerci e non avrei mai immaginato che ci saremmo persi. Così persa che adesso, cinque mesi dopo, non sono nemmeno sicura del mio cognome.”

inviato il 15/07/2013
Nei segnalibri di:

La risposta è nelle stelle

immagine copertina
Nicholas Sparks
La risposta è nelle stelle
Tradotto da Alessandra Petrelli
Frasinelli 2013
10 righe da pagina 197:

Il dipinto trasmetteva la passione e la gioia di vivere che l’avevano caratterizzata; c’era anche una traccia di quel mistero che mi aveva sempre ammaliato durante tutti gli anni trascorsi insieme. Accarezzai con le dita le pennellate che formavano le labbra e le guance.
«Come…» fu tutto quello che riuscii a dire, esterrefatto.
«La risposta è dietro», mi disse con voce gentile. Voltai il quadro e vidi la fotografia che avevo scattato a Ruth e Daniel tanti anni prima. Era ingiallita e arricciata agli angoli. La staccai dalla tela e rimasi a guardarla a lungo.
«La giri», mi indicò lei toccandomi la mano.
Dietro la fotografia trovai un’annotazione scritta con calligrafia precisa.
Ruth Levinson, maestra di terza elementare.
Crede in me e io potrò essere tutto ciò che voglio da grande.
Potrò persino cambiare il mondo.

inviato il 15/07/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

che belle 10 righe....

Forfora e altri racconti

immagine copertina
Pino Cacucci
Forfora e altri racconti
Granata Press 1993
10 righe da pagina 16:

Ore e ore di esposizione, trattamento idratante, massaggi, e in un colpo tutta quella paziente fatica finiva distrutta da una raffica di brufoletti, da un bombardamento a tappeto di macchie rossastre e squamette giallognole... Quante volte, a tavola, si era concentrato sul suo piatto di carote lesse nel tentativo di isolarsi dal mondo, e ignorare così le pozzanghere di salsa in cui i colleghi affondavano bocconi di carne sanguinolenta, e lui, pusillanime, a dire "ma come fa a piacervi quella roba", mentre, sotto il tavolo, si scorticava i polpacci avvinghiandoci i piedi attorno. E quante altre aveva convinto amici invitanti di non avere assolutamente appetito, adducendo un grossolano "m'è rimasta la colazione sul lo stomaco", e poi, di nascosto, si sorbiva qualche intruglio macrobiotico a base di liquidi melmosi e cereali. Tutto questo, per finire nello spazio di una sola notte ridotto come un qualsiasi divoratore di mortadelle.

inviato il 15/07/2013
Nei segnalibri di:

Io che amo solo te

immagine copertina
Luca Bianchini
Io che amo solo te
Mondadori 2013
10 righe da pagina 131:

Con una mano teneva la sigaretta, con l'altra accennò una carezza che non aveva dato per venticinque anni. Fu un momento impacciato, ma sincero. Nel pieno della notte, il rumore del maestrale le aiutò a ritrovarsi. Erano bellissime. Erano vere. Ed erano, per un istante, felici. Unite da quel dolore represso che le aveva accompagnate come un ronzio nell'orecchio. Ore che era cessato, tutto sembrava più semplice.
"Quindi è per questo che quando ti ho detto che avevo conosciuto Damiano ancora un po' avevi un mancamento?"
"Si, ero scioccata. Vent'anni a cercare di dimenticare un uomo e poi te lo ritrovi come suocero."
"Sei ancora arrabbiata con lui?"
"No, figlia mia, no. Erano altri tempi. La sua famiglia era troppo importante. Non poteva accettare una come me, col fratello arrestato per contrabbando... o almeno, così mi dissero."
"Quindi è per quello che è saltato tutto?"
"Si, diciamo così... loro avevano un'immagine da rispettare e cacciando me si sono rifatti una reputazione. Un giorno ti racconterò meglio questa storia, quando ne avrò le forze e sarò più lucida."

inviato il 16/07/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

QUESTO LIBRO MI HA FATTO COMMUOVERE MOLTISSIMO.

"Come vuoi tu, mamma."
"Ma tanto domani pareggiamo i conti, stai tranquilla. Senza saperlo, mi hai fatto contenta due volte."

Chiara non ebbe le forze per addentrarsi in altre domande, né in altre confidenze. Ormai sapeva che Ninella era fiera di lei, e sentiva già il peso di quella responsabilità. Si toccò il collo, a nascondere l'unico neo sul suo curriculum sentimentale. Nessuno avrebbe visto. Nessuno avrebbe saputo.
Il maestrale era sempre più incazzato ma lei non importava più.
Alla vigilia del suo giorno più importante, aveva finalmente conosciuto sua madre.

Pensieri...

immagine copertina
Alexandre Cuissardes
Pensieri...
10 righe dai libri

Scrivo
ad occhi chiusi
perché
sia la mente
a vedere
e dettare
ciò che devo
raccontare.

inviato il 16/07/2013
Nei segnalibri di:

Le signorine di Concarneau

immagine copertina
Georges Simenon
Le signorine di Concarneau
Tradotto da Laura Frausin Guarino
Adelphi 2013
10 righe da pagina 86:

...Mai, nemmeno per un istante , aveva percepito in lei un barlume di entusiasmo per qualcosa.
Mentre a lui, Guerec,piaceva tutto !
Sì, tutto ! Le sue ore erano scandite da gioie piccole e grandi. La gioia di alzarsi nella sua camera non riscaldata, di guardare dalla finestra che tempo faceva, di spaccare il sottile strato di ghiaccio che,come era successo il 1mo gennaio, copriva l'acqua della sua brocca...
La gioia di seguire giù per le scale l'aroma del caffè. di tenere le mani sopra un bel fuoco scoppiettante, di scorgere la tovaglia a quadri rossi davanti alla quale si apprestava a sedersi per mangiare... Ogni cosa era una gioia ! Gli zoccoli incerati, il giubbotto pesante,la sciarpa morbida come una carezza sulla pelle...

inviato il 16/07/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Ma sei un fenomeno Emma! ;)

Emma , grazie!!!

oggi ho cambiato genere , ma tutto d'un fiato mi sono letta questo bellissimo libro di Simenon, impossibile tenere in sospeso una storia così densa di sentimenti diversi ai quali ,leggendo, ho partecipato come se vedessi in film. Forse uno dei più bei libri di Simenon e sì che li ho letti quasi tutti ! Vi passo il mio entusiasmo .

Dark Dark Web. Cosmogonie Digitali

immagine copertina
Alessandro Oliviero
Dark Dark Web. Cosmogonie Digitali
Ctrl Alt Write
10 righe da pagina 5:

Questa che vi narriamo è la storia di una mitologia moderna che si svolge adesso, sotto i vostri occhi.
Farete la conoscenza di bande cyber terroristiche in lotta contro il mondo moderno; vi presenteremo ai capi delle sette hacker più potenti di internet; faremo carovana tra le polverose strade della nuova via della seta solcate da mercanti virtuali che tenteranno il vostro palato con poderose droghe del futuro; vi accompagneremo davanti ai mostruosi cancelli di Lolita City, la città maledetta della pornografia illegale dove enormi grattacieli di utenti scrutano con occhi avidi violenze che non avete mai immaginato, psicopatologie per lungo tempo esiliate dalla consapevolezza collettiva.
Non lo sanno ancora, ma fanno tutti parte di una mastodontica subcultura. I loro manifesti non si somigliano eppure condividono lo stesso areale. Ribelli, idealisti, mercanti di droghe, chimici rinnegati a una scienza stupefacente. Sono organismi nati nel mondo reale, ma hanno trovato nel sottobosco dei server un rifugio in cui crescere più forti e numerosi. E alla fine si sono scatenati

inviato il 16/07/2013
Nei segnalibri di:

Il posto che cercavo

immagine copertina
Nicholas Sparks
Il posto che cercavo
Tradotto da Petrelli A.
Sperling paperback 2005
10 righe da pagina 23:

Jeremy avrebbe voluto scrivere un articolo per confutare la tesi, che a suo parere trascurava alcuni aspetti fondamentali. sapeva che la bellezza esteriore poteva attrarre l'attenzione immediata - lui stesso non era immune al fascino di una top model - ma aveva sempre ritenuto che l'intelligenza e la passione fossero gli elementi che alla lunga esercitavano una maggiore influenza. Erano caratteristiche difficili da percepire a prima vista, e la bellezza non vi giocava alcun ruolo. L'avvenenza fisica poteva prevalere sulle altre qualità a breve termine, ma nel medio e lungo periodo erano le norme e i valori culturali - soprattutto quelli assorbiti dalla famiglia - a rendere una persona più o meno attraente ai nostri occhi.

inviato il 17/07/2013
Nei segnalibri di:

Oceano mare

immagine copertina
Alessandro Baricco
Oceano mare
Universale Economica Feltrinelli 2007

Si sentiva il mare, come una slavina continua, tuono incessante di un temporale figlio di chissà che cielo. Non smetteva un attimo. Non conosceva stanchezza. Non conosceva clemenza. Se tu lo guardi te ne accorgi: di quanto rumore faccia. Ma nel buio…Tutto quell'infinito diventa solo fragore, muro di suono, urlo assillante e cieco. Non lo spegni, il mare, quando brucia la notte.

inviato il 07/07/2013
Nei segnalibri di:

compagno di sbronze

compagno di sbronze 6 years 7 settimane fa

pubblicaziojne: 2003 Traduttore: Corsi C.A.

L'ultima lacrima

L'ultima lacrima 6 years 11 settimane fa

Grazie...

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy