Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Alessandro

Nella casa del pianista

immagine copertina
Jan Brokken
Nella casa del pianista
Tradotto da Claudia Di Palermo
Iperborea
10 righe da pagina 177:

I russi restano sempre russi, rimangono sempre legati alla Russia. Sono fissati con il loro paese come i marinai per il mare. La Russia ha la stessa immensità degli oceani. I cartelli lungo la ferrovia che indicano la distanza per Mosca: 6566 chilometri, 6565, 6564. L'orologio che va messo ogni giorno un'ora indietro. Le migliaia di chilometri di bosco, abeti e pini, senza alcuna casa. Ci sono pochi paesi in cui si ha la sensazione di poterci scomparire dentro. [..] Nessun altro paese ha fatto su di me l'impressione della Russia. riesco ancora a sentire il sapore amaro dei ravanelli neri come si li avessi mangiati ieri sul binario di Omsk. Riesco ancora a sentire l'odore delle patate cotte sotto la cenere che mi hanno venduto le donne nelle stazioni siberiane. O il profumo che emana l'umida terra nera quando la neve inizia a sciogliersi...

inviato il 18/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Jan Brokken nato a Leida, 10 giugno 1949.

la macchina per fabbricare spagnoli

immagine copertina
Valter Hugo Mae
la macchina per fabbricare spagnoli
Tradotto da Barbara Bertoni
Neri Pozza 2013
10 righe da pagina 118:

preparatevi, sofferenti del mondo. il tempo non è lineare [..] quando vogliamo che il tempo ci faccia fuggire da qualcosa, da un avvenimento, all'inizio contiamo i giorni, a volte persino le ore, e dopo arrivano le settimane trionfali e i lunghi mesi e poi gli anni didattici [..] perdiamo qualcuno, e dobbiamo superare il primo inverno da soli, e la prima primavera e poi la prima estate, e il primo autunno. e intanto bisogna superare le ricorrenze, tutto quando dà diritto ad auguri, gli anniversari della relazione, il natale, il passare degli anni, persino l'epoca delle fragole, delle caldarroste, insomma, tutto [..] il tempo conserva capsule indistruttibili perché arriviamo sempre a un punto dove torniamo indietro, a un inizio qualsiasi, per fare la prima volta qualcosa che ci lacererà impietosamente perché in quella capsula si inietta anche la nitidezza di quanto amavamo chi abbiamo perduto, la nitidezza del suo volto, che a volta si attenua ma risorge sempre in quei momenti, persino il timbro della sua voce che chiamo il nostro nome o, ancora più crudele, che dice che ci ama..

inviato il 04/05/2014
Nei segnalibri di:

Caino

immagine copertina
José Saramago
Caino
Tradotto da Rita Desti
Universale Economia Feltrinelli
10 righe da pagina 44:

Come tutto, le parole hanno i loro che, i loro come e i loro perché. Alcune, solenni, ci interpellano con aria pomposa, dandosi importanza, come se fossero destinate a grandi cose, e, guarda un po', non erano altro che una leggera brezza che non sarebbe riuscita a muovere la pala di un mulino, altre, parole comuni, parole solite, parole di tutti i giorni, sarebbero arrivate ad avere, in definitiva, conseguenze che nessuno avrebbe osato prevedere, non è per questo che erano nate, eppure hanno finito per scuotere il mondo.

inviato il 30/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #55: 10 righe portoghesi + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-55-righe-portoghesi

Il Poeta è un fingitore

immagine copertina
Fernando Pessoa
Il Poeta è un fingitore
Tradotto da Antonio Tabucchi
Universale Economica Feltrinelli
10 righe da pagina 13:

Il poeta è un fingitore.
Finge così completamente
che arriva a fingere che è dolore
il dolore che davvero sente.

SM, I, 165

inviato il 30/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #55: 10 righe portoghesi + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-55-righe-portoghesi

Le tour du monde en 80 jours

immagine copertina
Jules Verne
Le tour du monde en 80 jours
Garzanti 1999
10 righe da pagina 12:

Aveva viaggiato, Sir Phileas Fogg? C'era ragione di supporlo, dato che nessuno meglio di lui conosceva la carta geografica del mondo. Non esisteva paese, per quanto remoto, di cui egli non mostrasse di avere profonda nozione. Talora con poche parole brevi e chiare rettificava le mille dicerie che circolavano al Club a riguardo di viaggiatori ritenuti periti o dispersi. Indicava le varie probabilità; e gli avvenimenti finivano sempre per dargli ragione, tanto che le sue parole venivano ritenute come ispirate da un sesto senso. Certo, Sir Phileas Fogg era un uomo che doveva aver viaggiato il mondo intero, almeno in spirito.

inviato il 23/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Alessandro, da chi è tradotto il libro da cui hai tratto le righe in italiano? :)

Partecipo al Giuoco domenicale #54: 10 righe dalle favole + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-54-10-righe-dalle-favole

La mia Africa

immagine copertina
Karen Blixen
La mia Africa
Tradotto da Lucia Drudi Demby
Economica Feltrinelli 2005
10 righe da pagina 11:

In Africa avevo una fattoria ai piedi degli altipiani del Ngong. A centocinquanta chilometri più a nord su quegli altipiani passava l’equatore; eravamo a milleottocento metri sul livello del mare. Di giorno si sentiva di essere in alto, vicino al sole, ma i mattini, come la sera, erano limpidi e calmi, e di notte faceva freddo. La posizione geografica e l’altezza contribuivano a creare un paesaggio unico al mondo. Nulla che fosse grasso e lussureggiante: era un’Africa distillata lungo tutti i suoi milleottocento metri di altitudine, quasi l’essenza forte e raffinata di un continente.

inviato il 16/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissimo

Partecipo al Giuoco domenicale #53: Righe africane + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-53-righe-africane

La Confessione

immagine copertina
Lev N. Tolstoj
La Confessione
Tradotto da Gianlorenzo Pacini
Feltrinelli Universale economica 2009
10 righe da pagina 9:

Fondandosi sulla vita di un uomo e sulle sue azione è assolutamente impossibile capire - sia ai giorni nostri che in passato - se costui sia credente o meno. Se vi è una differenza tra coloro che professano esplicitamente la fede e quelli che la negano, ebbene, tale differenza non va certo a favore dei primi. Sia ai giorni nostri che in passato, l'esplicita accettazione e professione della fede ortodossa si riscontra generalmente in persone ottuse, crudeli, immorali, con un alto concetto di se stesse, mentre l'intelligenza, l'onestà, la bontà, la rettitudine e il sentimento etico si ritrovano generalmente in persone che si professano non credenti. [...] La fede religiosa accettata passivamente e fondata su pressioni esteriori si dissolve a poco a poco sotto l'influenza delle conoscenze e delle esperienze della vita ad essa contrarie, e molto frequentemente accade che si viva a lungo immaginandosi di conservare intatta quella fede che si è stata trasmessa sin dall'infanzia, mentre in realtà da gran tempo in noi non ne è rimata più traccia.

inviato il 23/02/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!!!

Ciao Alessandro, hai vinto il giuoco domenicale, a te un libro incentivo!

Partecipo al Giuoco domenicale #51: Righe religiose + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-51-righe-religiose

Teneri Bottoni

immagine copertina
Gertrude Stein
Teneri Bottoni
Tradotto da Marina Morbiducci & Edward G. Lynch
Liberilibri 2006
10 righe da pagina 25:

UNA CARAFFA, CIOÈ UN VETRO CIECO
Una specie in vetro e una parente, una lente e niente di strano un singolo colore ferito ed un arrangiamento in un sistema volto a indicare. Tutto questo e non ordinario, non disordinato nel non rassomigliare.

inviato il 06/02/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Gertrude Stein compie un miracolo. Ci ricorda che i nostri sostantivi, aggettivi e verbi non sono reali. Sono solo dei significanti arbitrari, casuali aggregazioni di sillabe e suono. Una rosa, del resto, non è davvero una rosa. Le sue lettere non hanno spine né petali profumati. La Stein vuole farci sentire le strettoie della frase, farci mettere in discussione le nostre abitudini mentali. Scrive frasi in cui il soggetto è senza verbo e altre in cui i verbi non hanno soggetto. La sua complessità (magicamente) non ci respinge, ci attira dentro. Dobbiamo immergerci in esse!

Il libro del Prodigioso Spaghetto Volante

immagine copertina
Bobby Henderson
Il libro del Prodigioso Spaghetto Volante
Tradotto da Marco Lunari
Strade Blu Mondadori 2008
10 righe da pagina 14:

Cos'altro è la gravità se non Lui che ci spinge verso il basso con le Sue Appendici Pappardellose? Ricordate che Lui è invisibile e che i nostri strumenti non percepiscono la Sua presenza: quindi la nostra teoria è plausibile. E il fatto che il potere gravitazionale del Prodigioso Spaghetto Volante non sia mai stato smentito dai fatti rende il tutto ancor più verosimile. Non possiamo conoscere le ragioni per cui Lui agisce in tal modo, ma è logico dedurre che se si sobbarca una tal fatica c'è sicuramente una buona ragione. Forse vuole che si resti coi piedi a terra e non vuole vederci svolazzare nel vuoto. Magari si diverte a toccarci. Non lo sapremo mai.

inviato il 02/02/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #50: Righe fantascientifiche + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-50-righe-fantascienti...

La Nausea

immagine copertina
Jean -Paul Sartre
La Nausea
Tradotto da Bruno Fonzi
Einaudi
10 righe da pagina 90:

Fintanto che ci siamo amati non abbiamo permesso che il più infimo dei nostri istanti, la nostra più piccola pena si distaccasse da noi e restasse indietro. I suoni, gli odori, le sfumature della luce, perfino i pensieri che non si dicevano, tutto, portavamo con noi e restava vivo: non avevamo mai cessato di gioirne e di soffrirne al presente. Non un ricordo; un amore implacabile e torrido, senza ombre, senza scampo, senza rifugio. Tre anni in un solo presente. È per questo che si siamo separati: non avevamo più abbastanza forza per sopportare questo fardello. E poi, quando Anny m'ha lasciato, di colpo, in un solo blocco, i tre anni sono sprofondati nel passato. Non ho nemmeno sofferto, mi son sentito vuoto. Poi il tempo ha ripreso a scorrere e il vuoto si è fatto più grande.

inviato il 29/01/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!!!

Ciao Alessandro,
Questa settimana le tue 10righe sono risultate le più segnalibrate insieme a Felici i Felici... e straordinariamente abbiamo deciso si premiarvi entrambi
Hai vinto un libro incentivo!
Lunedì prossimo ricorda di inviare una mail a libroincentivo@10righedailibri.it indicandoci il tuo indirizzo e le 10righe che preferisci tra quelle postate da oggi a domenica 9 Febbraio.

Nella casa del pianista

immagine copertina
Jan Brokken
Nella casa del pianista
Tradotto da Claudia Di Palermo
Iperborea
10 righe da pagina 177:

I russi restano sempre russi, rimangono sempre legati alla Russia. Sono fissati con il loro paese come i marinai per il mare. La Russia ha la stessa immensità degli oceani. I cartelli lungo la ferrovia che indicano la distanza per Mosca: 6566 chilometri, 6565, 6564. L'orologio che va messo ogni giorno un'ora indietro. Le migliaia di chilometri di bosco, abeti e pini, senza alcuna casa. Ci sono pochi paesi in cui si ha la sensazione di poterci scomparire dentro. [..] Nessun altro paese ha fatto su di me l'impressione della Russia. riesco ancora a sentire il sapore amaro dei ravanelli neri come si li avessi mangiati ieri sul binario di Omsk. Riesco ancora a sentire l'odore delle patate cotte sotto la cenere che mi hanno venduto le donne nelle stazioni siberiane. O il profumo che emana l'umida terra nera quando la neve inizia a sciogliersi...

inviato il 18/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Jan Brokken nato a Leida, 10 giugno 1949.

la macchina per fabbricare spagnoli

immagine copertina
Valter Hugo Mae
la macchina per fabbricare spagnoli
Tradotto da Barbara Bertoni
Neri Pozza 2013
10 righe da pagina 118:

preparatevi, sofferenti del mondo. il tempo non è lineare [..] quando vogliamo che il tempo ci faccia fuggire da qualcosa, da un avvenimento, all'inizio contiamo i giorni, a volte persino le ore, e dopo arrivano le settimane trionfali e i lunghi mesi e poi gli anni didattici [..] perdiamo qualcuno, e dobbiamo superare il primo inverno da soli, e la prima primavera e poi la prima estate, e il primo autunno. e intanto bisogna superare le ricorrenze, tutto quando dà diritto ad auguri, gli anniversari della relazione, il natale, il passare degli anni, persino l'epoca delle fragole, delle caldarroste, insomma, tutto [..] il tempo conserva capsule indistruttibili perché arriviamo sempre a un punto dove torniamo indietro, a un inizio qualsiasi, per fare la prima volta qualcosa che ci lacererà impietosamente perché in quella capsula si inietta anche la nitidezza di quanto amavamo chi abbiamo perduto, la nitidezza del suo volto, che a volta si attenua ma risorge sempre in quei momenti, persino il timbro della sua voce che chiamo il nostro nome o, ancora più crudele, che dice che ci ama..

inviato il 04/05/2014
Nei segnalibri di:

Nuovo Regolamento libro incentivo

immagine copertina
Staff 10 righe dai libri
Nuovo Regolamento libro incentivo
10 Righe dai Libri 2014

Cari lettori,
abbiamo modificato il regolamento per il Libro incentivo, lo troverete cliccando questo link
http://www.10righedailibri.it/giochi-segnalibri.
Il nuovo regolamento sarà valido da lunedì 5 maggio.
:)

inviato il 03/05/2014
Nei segnalibri di:

GIUOCO DOMENICALE #56: Righe siciliane

immagine copertina
10righedailibri
GIUOCO DOMENICALE #56: Righe siciliane
10righedailibri

Giuoco domenicale #56
Per partecipare a questo giuoco dovete postare 10 righe scritte da un autore siciliano.
Fino alle 22:00 di domenica 6 aprile 2014.
1) Scrivi in bacheca le tue 10 righe e aggiungi un’immagine secondo te rappresentativa o la foto della copertina, titolo, autore, anno e numero della pagina da cui hai tratto le tue 10 righe. Sono ammesse anche poesie, saggi, ecc.
2) Scrivi nei commenti commento sotto le tue 10 righe: Partecipo al Giuoco domenicale #56: Righe siciliane + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-56-righe-siciliane
3) Scrivi sotto questo post un commento “partecipo con link delle tue 10 righe (copialo cliccando il titolo).
È possibile partecipare più volte con 10 righe tratte dagli stessi libri e da libri diversi.
INCENTIVI
-1 libro incentivo per le 10 righe più segnalibrate.

inviato il 06/04/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al giuoco domenicalehttp://scrivi.10righedailibri.it/il-gattopardo-8

Partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/il-gattopardo-8

Partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/privo-di-titolo

http//scrivi10righedailibri.it/giuoco domenicale-56- righe siciliane Salvatore Quasimodo poesie scelte LETTERA

Caino

immagine copertina
José Saramago
Caino
Tradotto da Rita Desti
Universale Economia Feltrinelli
10 righe da pagina 44:

Come tutto, le parole hanno i loro che, i loro come e i loro perché. Alcune, solenni, ci interpellano con aria pomposa, dandosi importanza, come se fossero destinate a grandi cose, e, guarda un po', non erano altro che una leggera brezza che non sarebbe riuscita a muovere la pala di un mulino, altre, parole comuni, parole solite, parole di tutti i giorni, sarebbero arrivate ad avere, in definitiva, conseguenze che nessuno avrebbe osato prevedere, non è per questo che erano nate, eppure hanno finito per scuotere il mondo.

inviato il 30/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #55: 10 righe portoghesi + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-55-righe-portoghesi

Il Poeta è un fingitore

immagine copertina
Fernando Pessoa
Il Poeta è un fingitore
Tradotto da Antonio Tabucchi
Universale Economica Feltrinelli
10 righe da pagina 13:

Il poeta è un fingitore.
Finge così completamente
che arriva a fingere che è dolore
il dolore che davvero sente.

SM, I, 165

inviato il 30/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #55: 10 righe portoghesi + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-55-righe-portoghesi

GIUOCO DOMENICALE #55: Righe portoghesi

immagine copertina
10righedailibri
GIUOCO DOMENICALE #55: Righe portoghesi
10righedailibri

Giuoco domenicale #55
Per partecipare a questo giuoco dovete postare 10 righe scritte da un autore portoghese.
Fino alle 23:00 di domenica 30 marzo 2014.
1) Scrivi in bacheca le tue 10 righe e aggiungi un’immagine secondo te rappresentativa o la foto della copertina, titolo, autore, anno e numero della pagina da cui hai tratto le tue 10 righe. Sono ammesse anche poesie, saggi, ecc.
2) Scrivi nei commenti commento sotto le tue 10 righe: Partecipo al Giuoco domenicale #55: 10 righe portoghesi + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-55-righe-portoghesi
3) Scrivi sotto questo post un commento “partecipo con link delle tue 10 righe (copialo cliccando il titolo).
È possibile partecipare più volte con 10 righe tratte dagli stessi libri e da libri diversi.
INCENTIVI
-1 libro incentivo per le 10 righe più segnalibrate.

inviato il 30/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Giuoco vinto da Sara Antiglio con http://scrivi.10righedailibri.it/lultimo-quaderno-0

Partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/caino-4

Partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/il-poeta-è-un-fingitore-4

Partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/lultimo-quaderno-0

Le tour du monde en 80 jours

immagine copertina
Jules Verne
Le tour du monde en 80 jours
Garzanti 1999
10 righe da pagina 12:

Aveva viaggiato, Sir Phileas Fogg? C'era ragione di supporlo, dato che nessuno meglio di lui conosceva la carta geografica del mondo. Non esisteva paese, per quanto remoto, di cui egli non mostrasse di avere profonda nozione. Talora con poche parole brevi e chiare rettificava le mille dicerie che circolavano al Club a riguardo di viaggiatori ritenuti periti o dispersi. Indicava le varie probabilità; e gli avvenimenti finivano sempre per dargli ragione, tanto che le sue parole venivano ritenute come ispirate da un sesto senso. Certo, Sir Phileas Fogg era un uomo che doveva aver viaggiato il mondo intero, almeno in spirito.

inviato il 23/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Alessandro, da chi è tradotto il libro da cui hai tratto le righe in italiano? :)

Partecipo al Giuoco domenicale #54: 10 righe dalle favole + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-54-10-righe-dalle-favole

GIUOCO DOMENICALE #54: 10 righe dalle favole

immagine copertina
10righedailibri
GIUOCO DOMENICALE #54: 10 righe dalle favole
10righedailibri 2014

Giuoco domenicale #54
Per partecipare a questo giuoco dovete postare 10 righe tratte da una favola.
Fino alle 23:00 di domenica 23 marzo 2014.
1) Scrivi in bacheca le tue 10 righe e aggiungi un’immagine secondo te rappresentativa o la foto della copertina, titolo, autore, anno e numero della pagina da cui hai tratto le tue 10 righe. Sono ammesse anche poesie, saggi, ecc.
2) Scrivi nei commenti commento sotto le tue 10 righe: Partecipo al Giuoco domenicale #54: 10 righe dalle favole + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-54-10-righe-dalle-favole
3) Scrivi sotto questo post un commento “partecipo con link delle tue 10 righe (copialo cliccando il titolo).
È possibile partecipare più volte con 10 righe tratte dagli stessi libri e da libri diversi.
INCENTIVI
-1 libro incentivo per le 10 righe più segnalibrate.

inviato il 23/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie !!!

giuoco vinto da natalina maio con http://scrivi.10righedailibri.it/alice-nel-paese-delle-meraviglie-8

William Butler Yeats, Fiabe Irlandesi. Seanchan il bardo e il re dei gatti, pag.343 Ebbene, quando venne detto a Seanchan che il Re dei gatti era in cammino per venire a ucciderlo,ebbe paura e scongiurò Guaire etuttiinobili di stargli accanto e proteggerlo.Non passò molto tempo che siudì un suono vibrante, pauroso e violento, come una furiosa tempesta di fuoco al massimo del suo spendore. E quando il gatto apparve, sembrò loro della dimensione di un vitello; e questo era il suo aspetto: rapace, ansante, con le orecchie frastagliate, con il naso rincagnato, i denti aguzzi, rapido, furibondo, vendicativo, terribile, gli occhi minacciosi e gli artigli affilati. Queste erano le sue sembianze. Partecipo al Giuoco domenicale #54: 10 righe dalle favole + link http://scrivi.10righedailibri.it/fiabe irlandesi-Seanchan il bardo e il re dei gatti-

Partecipo al Giuoco domenicale #54: 10 righe dalle favole http://scrivi.10righedailibri.it/il-piccolo-principe-20

Un ideale per cui sono pronto a morire

immagine copertina
Nelson Mandela
Un ideale per cui sono pronto a morire
Tradotto da Roberto Merlini
Garzanti 2014
10 righe da pagina 85:

Amici, compagni e concittadini sudafricani,, vi dò un caloroso benvenuto nel nome della pace,della democrazia e della libertà per tutti.
Sono qui davanti a voi non come profeta, ma come umile servitore.
I vostri incessanti ed eroici sacrificii mi hanno permesso di essere qui oggi.Metto perciò nelle vostre mani gli anni che mi restano da vivere.
Nel giorno della mia scarcerazione,voglio esprimere la più sincera e più sentita gratitudine ai milioni di compatrioti e cittadini di ogni parte del mondo che si sono battuti senza sosta per la mia liberazione.
Ringrazio in particolare gli abitanti di Cape Town,la città che mi ha ospitato per tre decenni. Le vostre dimostrazioni e le altre forme di lotta che avete messo in atto hanno sempre costituito una preziosa fonte di energia per tutti i prigionieri politici.

inviato il 16/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie allo Staff e a quanti hanno condiviso con me il messaggio di Nelson Mandella ! Nelson Mandela è stato accusato nel 1963 di alto tradimento e terrorismo dalla corte di giustizia sudafricana. La sua unica colpa fu quello di essersii battuto contro il disumano e terribile regime dell'apartheid che schiavizza la popolazione nera del paese.Ma nel corso del durissimo processo di Rivonia, Mandela sfida i suoi accusatori e la pena di morte con lo straordinario discorso che dà il titolo a questo libro.

Ciao, hai vinto il giuoco domenicale, a te un libro incentivo!

primo discorso pronunciato in pubblico da Mandela nell'arco di ventisette anni, dopo la sua scarcerazione.

GIUOCO DOMENICALE #55: Righe portoghesi

GIUOCO DOMENICALE #55: Righe portoghesi 4 years 19 settimane fa
GIUOCO DOMENICALE #55: Righe portoghesi 4 years 19 settimane fa

Partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/il-poeta-è-un-fingitore-4

Caino

Caino 4 years 19 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #55: 10 righe portoghesi + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-55-righe-portoghesi

Il Poeta è un fingitore

Il Poeta è un fingitore 4 years 19 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #55: 10 righe portoghesi + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-55-righe-portoghesi

Le tour du monde en 80 jours

Le tour du monde en 80 jours 4 years 20 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #54: 10 righe dalle favole + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-54-10-righe-dalle-favole

GIUOCO DOMENICALE #54: 10 righe dalle favole

GIUOCO DOMENICALE #54: 10 righe dalle favole 4 years 20 settimane fa

La mia Africa

La mia Africa 4 years 21 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #53: Righe africane + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-53-righe-africane

GIUOCO DOMENICALE #53: Righe africane

GIUOCO DOMENICALE #53: Righe africane 4 years 21 settimane fa

La Confessione

La Confessione 4 years 23 settimane fa

Grazie!!!

La Confessione 4 years 24 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #51: Righe religiose + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-51-righe-religiose

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy