Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di damianalecce

Inseparabili

Piperno alessandro
Inseparabili
Mondadori
10 righe da pagina 160:

E chi se ne importa se tutto ciò andava a discapito dei voti a scuola. Tanto poi c'era la madre sempre li pronta a proteggerlo, a mostrargli tutta l'indulgenza di cui era capace. La verità era che la sola idea che la signora Ruben fosse stata capace di instillare nel figlio era quella, allora molto in voga, secondo cui la vita e' un prelibato passatempo da gustare lentamente, una concezione del tutto antitetica a quella inculcata da Rachel ai suoi ragazzi, secondo cui ciò che forma il carattere di un individuo sono la sua capacita' di abnegazione, il senso di responsabilità e una genuina disponibilità d'animo nei confronti del prossimo

inviato il 30/09/2012
Nei segnalibri di:

Zia Mame

immagine copertina
Patrick Dennis
Zia Mame
Adelphi 2009
10 righe da pagina 110:

Non senza difficoltà, zia Mame riuscì a puntare la macchina nella direzione giusta, e la caccia ebbe inizio. Per un'oretta, sobbalzando paurosamente, avanzammo in un intrico di tratturi argillosi. Ogni tanto perdevamo di vista i cacciatori, ma un attimo dopo eccoli di nuovo lì. Credo di essere sceso circa un milione di volte per aprire cancelletti uno più scassato dell'altro, e poi richiederli dopo che la macchina, traballando, li aveva attraversati. Ma sulla mappa niente da dire, bastava seguirla

inviato il 01/11/2011
Nei segnalibri di:

PATRIMONIO

immagine copertina
Philip Roth
PATRIMONIO
Tradotto da Vincenz Mantovani
Einaudi 1991
10 righe da pagina 141:

Non sempre la devozione più illuminata: per dir meglio, una devozione dalla quale volevo districarmi già quando avevo sedici anni e cominciavo a sentirmene sfigurato, ma un adevozione che ora trovavo gratificante poter contraccambiare almeno in parte sedendo sul coperchio del water a sorvegliarlo mentre lui scalciava con le gambe come un bebè nella culla.
Potreste dire che non significa molto per un figlio essere teneramente protettivo verso il proprio padre una volta che questi è senza forze e ridotto quasi al lumicino. Posso solo rispondere che

inviato il 01/11/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiunto segnalibro; merita anche il resto del libro? :)

aggiungo segnalibro

Una Settimana in Ottobre

immagine copertina
Elizabeth Subercaseaux
Una Settimana in Ottobre
Tradotto da Roberta Corradin
Nottetempo 1999
10 righe da pagina 185:

Clemente si era ripromesso di non leggere più il quadreno, ma più tardi, quel giorno, mentre Amanda e zia Luisa erano uscite a prendere una boccata d'aria e Clara stava dormendo, scese in cucina e lo tirò fuori dal cassetto. Trovò il capitolo a cui era arrivato, e vide il titolo, "Martedì nuovo incontro". Clemente aveva già accettato l'idea che Clara e quell'uomo avessero fatto l'amore in quell'appartamento brutto e deprimente, che lui era andato a vedere ad agosto, prima che Clara peggiorasse. Aveva visto il letto matrimoniale...

inviato il 28/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

OMBRA

immagine copertina
Karin Alvtegen
OMBRA
Tradotto da Carmen Giorgetti Cima
NOTTETEMPO 2010
10 righe da pagina 287:

Gerda non rispose ma lui capi'che i movimenti della sua mano che sbatteva si erano fatti un tantino più nervosi. Ancora una volta avverti'quanto i discorsi con Gerda gli ricordassero quelli con i genitori, come se le sue parole non fossero più comprensibili ma assumessero alle loro orecchie un contenuto diverso da quello che avevano nella sua bocca.
"per favore Gerda, non potresti almeno parlarmi?" Il frullino si fermo' di botto. Axel fisso' la sua schiena dal momento che era l'unica parte di se che gli offriva. "Noi non siamo uguali, tu e io".

inviato il 20/10/2011
Nei segnalibri di:

Inseparabili

Piperno alessandro
Inseparabili
Mondadori
10 righe da pagina 160:

E chi se ne importa se tutto ciò andava a discapito dei voti a scuola. Tanto poi c'era la madre sempre li pronta a proteggerlo, a mostrargli tutta l'indulgenza di cui era capace. La verità era che la sola idea che la signora Ruben fosse stata capace di instillare nel figlio era quella, allora molto in voga, secondo cui la vita e' un prelibato passatempo da gustare lentamente, una concezione del tutto antitetica a quella inculcata da Rachel ai suoi ragazzi, secondo cui ciò che forma il carattere di un individuo sono la sua capacita' di abnegazione, il senso di responsabilità e una genuina disponibilità d'animo nei confronti del prossimo

inviato il 30/09/2012
Nei segnalibri di:

Fai bei sogni

immagine copertina
Massimo Gramellini
Fai bei sogni
Longanesi 2012
10 righe da pagina 42:

La Maestra aveva un cervello a forma di cuore. Noi alunni eravamo i suoi quaranta figli adottivi. Troppi per qualsiasi madre, ma non per lei che leggeva l’anima a tutti, dosando rimproveri e gratificazioni.
Era cresciuta in una famiglia socialista e parlava malissimo degli americani, all’epoca impantanati nella guerra del Vietnam. Io prendevo nota e riferivo a papà, che invece gli americani li adorava perché lo avevano aiutato a cacciare i nazisti dall’Italia.
Credo di aver imparato allora i rudimenti di quello che sarebbe poi diventato il mio mestiere. Prendere nota e riferire. Con una buona dose di partecipazione emotiva, ma consapevole che di ogni fatto esistono sempre almeno due versioni.

inviato il 14/05/2012
Nei segnalibri di:

PATRIMONIO

immagine copertina
Philip Roth
PATRIMONIO
Tradotto da Vincenz Mantovani
Einaudi 1991
10 righe da pagina 141:

Non sempre la devozione più illuminata: per dir meglio, una devozione dalla quale volevo districarmi già quando avevo sedici anni e cominciavo a sentirmene sfigurato, ma un adevozione che ora trovavo gratificante poter contraccambiare almeno in parte sedendo sul coperchio del water a sorvegliarlo mentre lui scalciava con le gambe come un bebè nella culla.
Potreste dire che non significa molto per un figlio essere teneramente protettivo verso il proprio padre una volta che questi è senza forze e ridotto quasi al lumicino. Posso solo rispondere che

inviato il 01/11/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiunto segnalibro; merita anche il resto del libro? :)

aggiungo segnalibro

Zia Mame

immagine copertina
Patrick Dennis
Zia Mame
Adelphi 2009
10 righe da pagina 110:

Non senza difficoltà, zia Mame riuscì a puntare la macchina nella direzione giusta, e la caccia ebbe inizio. Per un'oretta, sobbalzando paurosamente, avanzammo in un intrico di tratturi argillosi. Ogni tanto perdevamo di vista i cacciatori, ma un attimo dopo eccoli di nuovo lì. Credo di essere sceso circa un milione di volte per aprire cancelletti uno più scassato dell'altro, e poi richiederli dopo che la macchina, traballando, li aveva attraversati. Ma sulla mappa niente da dire, bastava seguirla

inviato il 01/11/2011
Nei segnalibri di:

Una Settimana in Ottobre

immagine copertina
Elizabeth Subercaseaux
Una Settimana in Ottobre
Tradotto da Roberta Corradin
Nottetempo 1999
10 righe da pagina 185:

Clemente si era ripromesso di non leggere più il quadreno, ma più tardi, quel giorno, mentre Amanda e zia Luisa erano uscite a prendere una boccata d'aria e Clara stava dormendo, scese in cucina e lo tirò fuori dal cassetto. Trovò il capitolo a cui era arrivato, e vide il titolo, "Martedì nuovo incontro". Clemente aveva già accettato l'idea che Clara e quell'uomo avessero fatto l'amore in quell'appartamento brutto e deprimente, che lui era andato a vedere ad agosto, prima che Clara peggiorasse. Aveva visto il letto matrimoniale...

inviato il 28/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

La vita segreta dei maschi

immagine copertina
Cristina de Brand
La vita segreta dei maschi
Alberto Castelvecchi 2010
10 righe da pagina 51:

Sorellina, capisco la tua delusione, ma non sentirti idiota solo perchè hai voluto comportarti bene con questo stronzo di Tonno (alla fine era un pesce palla). La mia esperienza riguardo agli uomini mi ha insegnato che, normalmente, quelli che partono in quarta presto finiscono fuori strada. Sono fuochi di paglia: fanno un gran falò con tante scintille però bruciano in fretta. Tipi così non s'innamorano di una donna; s'infatuano delle sensazioni che provano, della botta di novità, dell'euforia che provano per un pò. Poi una volta passata, nei loro cuori aridi non resta niente, neanche un sentimento di amicizia o di affetto. Ma tu non pentirti di avergli dato una chance.

inviato il 19/09/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Beh Angelica i tratti divertinti sono molteplici ;-)
Un libro piacevolmente rileggibile più volte, altamente istruttivo ed utile per una certa tipologia di uomini... ovviamente dotati in un minimo di senso autoirinico e critico.
Cristinaaaa forza... attendo il secondo con trepida attesa!!

complimenti !!!!

Che dire... frizzanteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Segnalibro! :-)

fantastico!!nn vedo l'ora di leggere il prossimo libro...

Divertimento, ironia e mai volgarità... brava Cristina :-)

Alessandra, complimenti!!!!!! con queste righe, che sono state le più segnalibrate, vinci un libro...
sweets

aggiungo segnalibro

Ordinato oggi. Ne ho sentito parlare con entusiasmo da alcune mie amiche, oltre al fatto che ho letto le pagine proposte da 10righe e mi hanno piuttosto incuriosito per il seguito.

carinissimo. anche utile,volendo... letto con curiosità e mi ha divertita.

Sui diritti delle donne

immagine copertina
Mary Wollstonecraft
Sui diritti delle donne
Tradotto da Barbara Antonucci
RCS Quotidiani S.p.A., Milano 2010
10 righe da pagina 135:

Sì, lasciatemi dire al capriccioso libertino, quando egli disprezza l'intelletto della donna, che la mente che trascura può dar vita all'affetto entusiasta dal quale scaturisce l'estasi, per quanto breve essa sia. Senza la virtù, un attaccamento sessuale si estingue come la candela di sego nel candeliere, provocando intollerabile disgusto. A dimostrazione di quanto detto, mi limito a osservare che gli uomini che hanno sprecato gran parte della loro vita con donne con cui hanno cercato il piacere con sete ardente, conservano l'opinione più spregevole del gentil sesso. La virtù è la vera raffinatrice della gioia!

inviato il 20/10/2011
Nei segnalibri di:

Uomini che odiano le donne

immagine copertina
Stieg Larsson
Uomini che odiano le donne
giallosvezia

Era diventato un rito che si ripeteva ogni anno. Il destinatario del fiore ne compiva stavolta ottantadue. Quando il fiore arrivò, aprì il pacchetto e lo liberò della carta da regalo in cui era avvolto. Quindi sollevò il ricevitore e compose il numero di un ex commissario di pubblica sicurezza che dopo il pensionamento era andato a stabilirsi sulle rive del lago Siljan. I due uomini non erano solo coetanei, ma erano anche nati nello stesso giorno — fatto che in quel contesto poteva essere considerato come una sorta d'ironia. Il commissario, che sapeva che la telefonata sarebbe arrivata dopo la distribuzione della posta delle undici, nell'attesa stava bevendo un caffè. Quest'anno il telefono squillò già alle dieci e trenta. Lui alzò la cornetta e disse ciao senza nemmeno presentarsi.

inviato il 21/10/2011
Nei segnalibri di:

Leggere il vento

immagine copertina
Dinaw Mengestu
Leggere il vento
Tradotto da Isabella Vaj
Piemme 2011
10 righe da pagina 185:

Quando mia madre uscì dalla foresta,la prima reazioneistintiva di mio padre era stata di allungare la mano come per invitarla ad avvicinarsi.Si sentiva sollevato quasi contento di averla ritrovata e c'era qualcosa di edificante nel vederla emergere dalle ombre,come se venisse a salvarlo.Mia madre colse quel gesto dall'altra estremità delprato e invece di continuare a camminare si blocco di colpo.Lui tenne la mano allungata verso Mariam per qualche secondo aspettandosi che l'afferrasse o almeno facesse qualche passo nella sua direzione come riconoscimento dellla tregua che le veniva offerta.Visto che rimase immobile,mio padre si ripromise che non gliel'avrebbe tesa mai piu'.Che se ne stia lì per il resto della sua fottuta vita,....

inviato il 22/10/2011
Nei segnalibri di:

OMBRA

immagine copertina
Karin Alvtegen
OMBRA
Tradotto da Carmen Giorgetti Cima
NOTTETEMPO 2010
10 righe da pagina 287:

Gerda non rispose ma lui capi'che i movimenti della sua mano che sbatteva si erano fatti un tantino più nervosi. Ancora una volta avverti'quanto i discorsi con Gerda gli ricordassero quelli con i genitori, come se le sue parole non fossero più comprensibili ma assumessero alle loro orecchie un contenuto diverso da quello che avevano nella sua bocca.
"per favore Gerda, non potresti almeno parlarmi?" Il frullino si fermo' di botto. Axel fisso' la sua schiena dal momento che era l'unica parte di se che gli offriva. "Noi non siamo uguali, tu e io".

inviato il 20/10/2011
Nei segnalibri di:

Una porta di libri

Una porta di libri 5 years 36 settimane fa

SOTTOSOPRA - Milena Angus - Nottetempo

Una porta di libri 5 years 37 settimane fa

INSEPARABILI (Alessandro Piperno) Mondadori

Il libro è ...

Il libro è ... 5 years 37 settimane fa

Il libro è ciò che puoi scoprire oltre il tuo quotidiano orizzonte

Il libro è ... 5 years 37 settimane fa

Ogni libro e' una finestra aperta su un mondo che pian piano impari a conoscere, ti regala emozioni, ti rapisce, ti offre panorami e scenari sempre nuovi e alla fine, quasi sempre, scopri di essere più grande

Che libro abbinate?

Che libro abbinate? 5 years 37 settimane fa

1. L'eleganza del Riccio - Barbery Muriel;
2. Il giardiniere dell'anima - Pinkola Estès Clarissa;
3. La Giuria - Grisham John;
4. Patrimonio - Roth Philip

GIOCO - Riga 10

GIOCO - Riga 10 6 years 33 settimane fa

Che non potessi ridere di quel gente di scherzi che gli altri non trovano per niente divertenti... (Stella Gibbons - LA FATTORIA DELLE MAGRE CONSOLAZIONI)

GIOCO - Riga 10 6 years 33 settimane fa

e mi ero detta che un giorno sarei diventata una grande scrittrice. (Una settimana in Ottobre, Elizabeth Subercaseaux)

GIOCO - Riga 10 6 years 34 settimane fa

Le era parso strano, sapendo quanto suo marito detestava bagnarsi: avevano almento 7 ombrelli (UNA DONNA DI TROPPO, Carl Hiaasen)

GIOCO - Riga 10 6 years 35 settimane fa

Ben presto, tuttavia, le mani di Alfred rovesciarono il decaffeinato sulla distesa beige del tappeto, e i nipotini... (Jonathan Franzen -Le Correzioni

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy