Versiglia Caravario – I pastori danno la vita

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Enzo Bianco
Versiglia Caravario – I pastori danno la vita
Editrice Elledici – Leumann (TO) – 2000
10 righe da pagina 22:

… e poi in avanti nei lazzaretti. Il primo incontro di don Versiglia è con una fanciulla dodicenne stesa sul tavolato, col pallore della morte, e un filo di sangue dalla bocca. E una catena al piede, perché non si vuole che gli appestati vadano in giro o scappino. Chino su di lei, suo padre la guarda impietrito dal dolore. Don Versiglia le parla di Gesù Cristo e la ragazza ascolta avida di sapere. Chiede il battesimo e don Versiglia lo amministra. “Dunque ora sono figlia di Dio?” domanda la fanciulla e in un impeto di gioia afferra la mano del missionario e la bacia, lasciando l’impronta di sangue che imporporava le sue labbra. Poi addita timorosa la catena che le stringe i piedi: “Questa non mi impedirà di andare a Dio?”. “No, sta’ tranquilla”, la rassicura don Versiglia e fa scivolare una moneta in mano all’infermiere, perché la sciolga. Poco dopo la piccola spira, libera nell’anima e nel corpo.

inviato il 25/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

L'episodio descritto è avvenuto in Cina nel 1912 durante un'epidemia di peste bubbonica.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy