Zorba il greco

Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

immagine copertina
Nikos Kazantzakis
Zorba il greco
Crocetti Editore
10 righe da pagina 358:

Bevevamo, spolpavamo l’agnello, il mondo cominciò a diventare più leggero, il mare rideva, la terra ondeggiava come la coperta di una nave, due gabbiani camminavano sopra la ghiaiae chiacchieravano come persone. Mi alzai.
“Vieni Zorba”, gridai, “insegnami a ballare!”.
Zorba saltò su, il viso gli si illuminò.
“A ballare, padrone?”, disse, “a ballare? Vieni!”.
“Avanti Zorba, la mia vita è cambiata, e vai!”.
[…] Si fermò. Guardò la lunga fila di piloni della teleferica crollati al suolo […]
“Accidenti, padrone!”, esclamò, “hai visto che scintille sprizzava quella scellerata?”.
Scoppiammo a ridere entrambi. Zorba si lanciò verso di me, mi afferrò tra le braccia e cominciò a baciarmi.
“Ridi anche tu, padrone?”, mi gridò con tenerezza; “ridi anche tu, padrone? Bravo, ragazzo mio!”.
A lungo ci sbellicammo dalle risate e lottammo sulla ghiaia; poi d’improvviso ci accasciammo entrambi a terra, ci sdraiammo sui sassi della spiaggia e ci addormentammo abbracciati.

inviato il 04/11/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

I libri migliori sono quelli che ci consentono di leggere ciò che sta scritto in noi stessi.
(Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010)

...a me hanno ricordato qualcuno che a questo punto non so se sia veramente esistito...

Ne ho messe di 10 righe ... ma queste hanno davvero un sapore diverso (e speciale) da tutte le altre ...

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy